Conto energia: posso cumulare diversi incentivi?

Abbiamo visto come usufruire degli incentivi previsti dal programma ”Conto energia”, che ci permette di vendere a tariffe vantaggiose l’elettricità prodotta dai nostri pannelli alla rete, abbiamo visto come sia possibile godere di finanziamenti specifici da parte delle banche per iniziare il progetto, ma non abbiamo ancora parlato di cumulo degli incentivi.

Ovviamente nulla impedisce a chi installa i pannelli sul proprio tetto di accendere un finanziamento  con una banca, ma bisogna fare molta attenzione se si intende unire, per esempio, incentivi statali e locale, perchè il rischio è di perderne uno se non entrambi, quindi è opportuno informarsi a fondo delle condizioni che si andranno a sottoscrivere.

Infatti se gli incentivi locali che si intende aggiungere a quelli di ”Conto energia” sono ‘in conto capitale’, possono essere sommati solo nel momento in cui la loro quota rimanga al di sotto del 20% del costo totale dell’impianto, altrimenti si infrangerebbero le regole sottoscritte nel contratto con cui si aderisce al progetto. Per non incorrere in questi guai burocratici e legali è consigliabile consultare i siti web degli enti interessati, che spesso forniscono utili aggiornamenti e soprattutto, come già detto, leggere bene le clausole di ogni contratto su cui si intende apporre la propria firma.

Gli incentivi italiani sono (ancora fino a fine anno) i più alti d’Europa e in un paese in cui la burocrazia spaventa e scoraggia molti per aderire a ”Conto energia” le istituzioni si sono impegnate per ridurla al minimo, e possiamo dire che ci sono riuscite abbastanza bene.