La Volkswagen punta all’elettrico

Cogliendo l’occasione dell’evento “National Eletric Mobility Platform”, che si è tenuto in Germania con la presenza della cancelliera tedesca Angela Merkel, la Volkswagen ha voluto mostrare il suo nuovo piccolo gioiello elettronico: la Golf blue-e-moion, una concept car che simboleggia la Golf elettrica, la quale sarà lanciata nel 2013.

Il principale progetto della Volkswagen è quello di incrementare la diffusione dalla automobile elettrica, soprattutto sul mercato tedesco, rendendolo la punta principale della mobilità elettrica. C’è da dire, però, che questo non è l’unico progetto portato avanti: infatti, sul mercato è stato già inserito sul mercato la Touareg, nel 2012 arriverà la Jetta Hybri e nel 2013 seguiranno poi la Passat Hybrid e la Golf Hybrid. Questo non vuol dire che le macchine benzina o a gas verranno abbandonata dalla Volkswagen.

Ma andiamo ora a vedere nel particolare cosa ha questa Golf blue-e-moion: quest’auto ha un motore elettrico da 115 CV e può contare su una coppia massima di 270 Nm immediatamente disponibili. Il propulsore è alimentato da energia che viene fornita da una batteria agli ioni di litio con capacità di 26,5 kWh.
L’autonomia di questa Golf elettrica arriva fino a 150 km; va detto, però, che questa autonomia varia in base all’utilizzo dell’auto, al suo condizionatore o riscaldamento. La velocità di punta che può raggiungere quest’auto ad “emissioni zero” è a pari a 140 km/h. Le batterie della Golf sono collocate nel bagagliaio, sotto il sedile posteriore e nel tunne centrale tra i sedili anteriori.

Insomma, nel complesso, la Golf blue-e-moion cerca di mettere insieme la comodità e l’efficienza nell’utilizzo dell’energia pulita per limitare l’inquinamento.